Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Laoratorio teatrale:"The Cave"

CON LA BOTTEGA DEL TEATRO

a cura di Serena Guardone e Mirtilla Pedrini

Agli alunni delle classi Quarte A,B,C è stata data l’opportunità di svolgere, presso la sede del Liceo scientifico “Michelangelo”, un percorso laboratoriale intitolato

“THE CAVE : USCIRE ALLO SCOPERTO” che, prendendo spunto dal Mito della Caverna di Platone, tenderà ad indagare il rapporto verità-finzione e permetterà di realizzare uno spettacolo “trasfigurato” in cui principi filosofici saranno rappresentati e recitati dagli Studenti delle classi sopra citate. Il lavoro sarà sviluppato in due momenti, uno pratico-laboratoriale mirante a inscenare il Mito della Caverna attraverso le parole di Platone nel settimo libro della “Repubblica”, l’altro, “filosofico” , in cui i ragazzi/e avranno l’opportunità di offrire al pubblico un ritratto della nostra epoca e dei suoi tratti dominanti ed i lavorare su se stessi e sulle loro verità. Ripercorriamo in breve il Mito: immaginiamo degli schiavi, incatenati in una caverna, costretti a guardare soltanto davanti a sé. Dal fondo guardano le ombre delle statuette che alcune persone portano dietro ad un muro. Le statuette proiettano la loro ombra sul fondo della caverna grazie ad un fuoco che le illumina. I prigionieri scambiano quelle ombre per la realtà. Ma se uno schiavo si liberasse dalle catene, girandosi, vedrebbe le statuette e così comprenderebbe che sono le statuette la realtà, non le ombre. Se lo schiavo avesse la possibilità di uscire dalla caverna, potrebbe fare esperienza e capire che la realtà non sono neppure le statuette ma ciò che vedrà fuori. All'inizio lo schiavo, abbagliato dalla luce, non riuscirà a distinguere bene gli oggetti e li vedrà riflessi nelle acque. Poi finalmente riuscirà a vedere la luce del sole e la realtà. A questo punto lo schiavo vorrebbe riferire quello che ha visto ai suoi amici prigionieri ma si renderebbe conto che se tornasse nella caverna, a causa dell'oscurità, non riuscirebbe a vedere neanche le ombre e così nessuno alla fine gli crederebbe in quanto direbbero che ha gli occhi guasti.

“The Cave” avrà la supervisione di quattro docenti: due del Liceo, le prof.sse Rossana Bonuccelli e Marta Signorini, e due esterne, Mirtilla Pedrini e Serena Guardone. Il progetto inizierà venerdì 19 gennaio,continuerà ogni venerdì ( salvo cambiamenti ) e terminerà presumibilmente il 4 maggio 2018 ed ogni incontro avrà la durata di un’ora e mezzo, dalle 14:30 alle 16:00.

La partecipazione al progetto, la frequenza regolare e il contributo alla realizzazione del prodotto finale garantiranno la certificazione per l’attribuzione del credito formativo e le ore effettivamente svolte costituiranno un monte-ore valevole ai fini dell’Alternanza Scuola-Lavoro. Il Progetto è finanziato dal Comune di Forte dei Marmi e quindi il Corso è gratuito sia per la scuola sia per gli alunni.

L’obiettivo della prima lezione è stato quello di far acquisire agli allievi familiarità con lo spazio-palco e l’esercizio è consistito in spostamenti “comandati” dalle collaboratrici esterne. Successivamente si è tentato di mettere in scena piccoli frammenti dei quali potremmo far tesoro nel nostro futuro spettacolo e questo è stato un modo di primo avvicinamento al mondo del teatro, un mondo che può aiutare a relazionarsi con gli altri e ad abbattere le “barriere” della timidezza.

Sito curato da Tartarelli Simone A.T. dell'I.I.S. Chini Michelangelo su modello rilasciato da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia. br> Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal