Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

VISITA MUSEO STORIA DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA “P.CRESCI” A LUCCA - IV A LICEO SCIENTIFICO MICHELANGELO

Contenuto in: 
Tags: 

Giovedì 6 dicembre gli studenti della IV A del Liceo Scientifico Michelangelo, accompagnati dalle docenti Venturi e D’Alessandro, hanno visitato a Lucca il Museo di Storia dell’emigrazione italiana intitolato a Paolo Cresci. La visita ha suggellato un percorso C.L.I.L. che ha coinvolto principalmente Inglese e Storia.

La guida che ha seguito i ragazzi ha ripercorso con loro le tappe dell’emigrazione italiana, iniziata negli ultimi decenni dell’Ottocento, e ha descritto le misere condizioni in cui i nostri connazionali sono vissuti, dopo aver affrontato un lungo viaggio a bordo dei transatlantici in cerca di un futuro migliore.

Coloro che giungevano negli Stati Uniti approdavano a Ellis Island, dove solo chi superava i rigidi controlli aveva il permesso di rimanere. Nel 1924 fu promulgata una legge, passata alla storia con il nome di Immigration Act, con cui gli americani tentarono di ridurre al minimo il numero degli immigrati. Essi, infatti, erano mal tollerati dalla popolazione ed erano costretti a svolgere i lavori più umili (figurinai, burattinai…). Solo i più fortunati riuscirono ad avere successo, mentre la maggior parte stentava a sopravvivere. Capitava spesso che fosse la madre a mantenere la famiglia, impiegandosi come balia dei figli delle donne americane.

Ma non sempre tutta la famiglia emigrava all’estero: a volte, infatti, emigravano solo i padri di famiglia i quali mandavano alla moglie e ai figli le cosiddette ‘rimesse’, ovvero il denaro che avevano guadagnato.

Molti emigrarono in Brasile e in Argentina, dove lavoravano i campi, e non mancarono coloro che scelsero mete ancora più lontane, ad esempio l’ Australia.

In questi ultimi anni il fenomeno dell’emigrazione nel mondo si è infittito, anche se non siamo più noi i protagonisti di questa emigrazione. Tuttavia, quest’esperienza dolorosa l’abbiamo vissuta in un passato non lontano e non dovremmo mai dimenticarlo.

Sito curato da Tartarelli Simone A.T. dell'I.I.S. Chini Michelangelo su modello rilasciato da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia. br> Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal