Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Il “confine orientale” e la necessità di costruire Memoria

Contenuto in: 
Tags: 

Articolo della prof.ssa Chiara Nencioni

 

Dal 12 al 16 febbraio, un gruppo scelto di studenti da tutta la Toscana ha viaggiato sui luoghi della memoria lungo il confine orientale.

Il dibattito sul valore dei luoghi della memoria, sulla presenza di segni materiali di alcuni tra gli eventi che hanno segnato la storia di questo ultimo secolo, sul significato dell’oblio che ha coperto fatti di sangue ed eroismo (a seconda del punto di vista da cui si guardano) o semplicemente di barbarie coinvolge gli storici, ma non è estraneo alle ragioni della didattica della storia, alla costruzione di una narrazione pubblica (spesso strumentalmente taciuta o rivisitata secondo ottiche di parte) della storia nazionale, partendo proprio dai giovani, per rendere loro non solo testimoni ma anche staffette di memoria. (leggi articolo)

 

)

Sito curato da Tartarelli Simone A.T. dell'I.I.S. Chini Michelangelo su modello rilasciato da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia. br> Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal