Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

GIORNO DEL RICORDO - “STORIE E MEMORIE DEL FRONTE ORIENTALE” LICEO SCIENTIFICO “CHINI – MICHELANGELO”

Contenuto in: 
Tags: 

Lunedì 11 febbraio il Comune di Forte dei Marmi ha organizzato un incontro presso Villa Bertelli, in occasione del Giornata del Ricordo delle Foibe, al quale hanno partecipato gli alunni del Liceo “Chini –Michelangelo” di Forte dei Marmi. La conferenza, con il titolo “Storie e Memorie del fronte orientale” è stata tenuta dal professor Stefano Bucciarelli, storico e Presidente dell’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea di Lucca.

Alla conferenza hanno partecipato anche il dott. Gaspa, originario di Gorizia, testimone indiretto delle foibe, e Aligi Soldati, il quale ha vissuto sulla propria pelle l’esperienza dell’esilio dovuto alla politica nazionalista dei partigiani di Tito.

L’incontro ha avuto inizio con la testimonianza del dott. Gaspa che ha parlato del mistero avvolto attorno alla perdita del padre. Quest’ultimo risultava essere stato deportato alla fine della Seconda Guerra Mondiale e da allora la famiglia non aveva più ricevuto notizie al riguardo. Nel 2000 il dott. Gaspa, dopo aver ricevuto il certificato di morte presunta del padre, ha compreso che fosse stato vittima dell’infoibamento.

Subito dopo è intervenuto il prof. Bucciarelli che ha approfondito l’argomento facendo riferimenti alla realtà storica del tempo. Ha spiegato che con la caduta del fascismo si erano formate varie resistenze fra cui quella formata dai Partigiani Comunisti Titini. Questi miravano all’ omogeneità dei paesi considerati misti al confine con l’Italia, in cui vivevano sia italiani che slavi. Iniziò, quindi, sotto il comando di Tito un processo di epurazione etnica: molti italiani furono condotti in esilio, mentre altri gettati nelle foibe, profonde cavità carsiche ai confini tra l’Italia e la Croazia.

Ha concluso l’ incontro l’istriano Aligi Soldati. Questi, tramite la lettura di alcuni suoi testi, ha descritto l’atmosfera di terrore e il senso di estraniamento che ha vissuto nell’isola croata e il conseguente trauma dell’esilio che lo ha condotto a Lucca.

Lo scopo di questo incontro è stato sensibilizzare i ragazzi sull’argomento, renderli consapevoli di ciò che è accaduto e di come questo abbia inciso sulle famiglie strappate dalla propria patria a causa dell’odio alimentato dall’ideologia espansionistica.

 

Ufficio Stampa IVA

Sito curato da Tartarelli Simone A.T. dell'I.I.S. Chini Michelangelo su modello rilasciato da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia. br> Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal